Questo articolo è stato letto 0 volte

Online i politici che nascondono i dati su redditi e patrimoni

Fonte: Il Sole 24 Ore

Arriva anche la «sanzione reputazionale» per i politici e i vertici delle società partecipate che non pubblicano i dati sui loro redditi e patrimoni. A stabilirla è l’Anac, che ha annunciato l’avvio della pubblicazione dei nomi di chi non ha trasmesso alla propria amministrazione i dati necessari a rispettare gli obblighi di trasparenza fissati dai decreti attuativi della legge Severino. In base al Dlgs 33/2013, i componenti degli «organi di indirizzo politico» pubblicano sul sito istituzionale dell’ente atti di nomina e curricula, ma anche i compensi connessi all’assunzione della carica e quelli connessi ad eventuali altri ruoli di coperti, le dichiarazioni dei redditi e quelle sulla propria situazione patrimoniale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *