Questo articolo è stato letto 45 volte

Ok alle assunzioni a tempo determinato in esercizio provvisorio nel limite dei dodicesimi

Fonte: Sole 24 Ore

di ALIDA DI NAPOLI (dal Sole 24 Ore) – In collaborazione con Mimesi s.r.l.

Sì alle assunzioni a tempo determinato di personale con risorse etero finanziate, sempre nei limiti dei dodicesimi e previa verifica che la spesa sia stata prevista nel precedente bilancio triennale per l’annualità in corso. É il parere della Cosfel (Commissione per la stabilità finanziaria degli Enti locali).

Un Comune ha formulato una richiesta di parere al Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, sulla possibilità per gli enti in esercizio provvisorio di procedere ad assunzioni a tempo determinato di personale con risorse etero finanziate e finalizzate a rafforzare le azioni di intervento in favore delle fasce più deboli della popolazione (nella specie fondi Pon Inclusione e Fondo Povertà).
La Cosfel (Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali), partendo dal parere della Corte dei conti della Campania (deliberazione n. 28/2020) sugli enti in esercizio provvisorio, ha ribadito i limiti di legge preesistenti, dal momento che la finalità del legislatore è quella di garantire, con riguardo alle assunzioni a tempo indeterminato, gli equilibri di bilancio e il pareggio effettivo anche in via prospettica.

Discorso diverso, invece, per le assunzioni a tempo determinato; data la mancata rigidità della spesa prospettica, viene confermato il proprio precedente orientamento sull’ammissibilità di queste assunzioni, pur sempre nei limiti dei dodicesimi e previa verifica che la spesa sia stata prevista nel precedente bilancio triennale per l’annualità in corso. A maggior ragione, la questione sulle assunzioni eterofinanziate a tempo determinato è stata risolta positivamente non comportando queste assunzioni squilibri di bilancio né nel breve né nel medio-lungo periodo; e scongiurando, in tal modo, il rischio di dover restituire i finanziamenti, causando all’ente il conseguente danno.
«La Cosfel, (si legge nel parere), ha confermato la possibilità per gli enti sottoposti a controllo centrale di procedere alle assunzioni a tempo determinato integralmente etero finanziate, ciò in quanto l’integrale etero finanziamento non comporta per l’ente squilibri di bilancio».
Il parere reso, data l’attuale situazione emergenziale, si rileva poi di particolare interesse, dal momento che il Dl 18/2020 (decreto «Cura Italia») ha visto slittare i termini di approvazione dei bilanci di previsione al 31 luglio prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *