Questo articolo è stato letto 992 volte

Nuovo CCNL Dirigenza Funzioni Locali: le nuove responsabilità dei segretari comunali

Nuovo CCNL Dirigenza Funzioni Locali: le nuove responsabilità dei segretari comunali

Come segnalato venerdì scorso su queste pagine, è stata raggiunta la preintesa di accordo per il rinnovo del contratto nazionale dei dirigenti delle Regioni ed Autonomie Locali, della Dirigenza PTA del Servizio Sanitario Nazionale e dei Segretari comunali e provinciali.

>> CONSULTA IL TESTO DELLA PREINTESA UFFICIALE PUBBLICATO NEL WEEKEND DALL’ARAN.

Con specifico riferimento alla categoria dei segretari comunali, si legge sul Sole 24 Ore di questa mattina, l’assegnazione di importanti compiti di coordinamento costituisce il tratto caratterizzante di maggiore rilievo dell’ipotesi di contratto collettivo nazionale della dirigenza per il triennio 2016/2018 per la sezione relativa ai segretari comunali e provinciali. Si devono inoltre segnalare le regole dettate per il conferimento dell’incarico e la revoca, il patrocinio legale e la revisione del «galleggiamento», oltre ovviamente agli incrementi di trattamento fondamentale e retribuzione di posizione. A queste previsioni si aggiungono le disposizioni comuni dettate per tutti i destinatari del contratto in tema di relazioni sindacali, orario di lavoro, ferie, assenze, congedi, salvaguardia del trattamento economico, retribuzione di risultato, procedimenti e sanzioni disciplinari. Viene previsto un contratto integrativo nazionale, che tra l’altro dovrà disciplinare la maggiorazione della retribuzione di posizione. Sono previsti aumenti, con decorrenza dal 1° aprile 2018, di 125 euro lordi mensili per i segretari di fascia A e B e di 100 per quelli di fascia C.

>> IL COMUNICATO INTEGRALE DELL’ARAN SULLA PREINTESA.

* In collaborazione con Mimesi s.r.l.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *