Questo articolo è stato letto 0 volte

Moody’s colpisce ancora: tagliato il rating di 23 enti locali e 10 istituti di credito. Napoli Ba1, spazzatura

Fonte: www.ilsole24ore.com

L’agenzia Moody’s taglia il rating di 23 enti locali italiani, fra i quali le province autonome di Bolzano e Trento, la Lombardia, il Lazio e le città di Milano e Napoli. La decisione segue la retrocessione a Baa2 da A3 del rating sovrano decisa dall’agenzia il 13 luglio scorso. «Le prospettive» per gli enti locali «restano negative in linea con quelle» dell’Italia, afferma l’agenzia internazionale in una nota. Il rating della provincia di Bolzano è stato tagliato ad A3 da A1, così come quello della provincia di Trento. Il rating della Lombardia è stato ridotto a Baa1 da A2, con Milano declassata a Baa2 da A3. Il rating del Lazio è stato tagliato a Baa3 da Baa2. Napoli è stata tagliata a spazzatura, a Ba1.
Moody’s ha poi tagliato di uno o due nodi il rating a lungo termine e sui depositi di 10 banche italiane e quello emittente di 3. Il voto di Cassa depositi e prestiti e Ismea é stato allineato a quello sovrano. Tra i principali istituti, UniCredit scende a Baa2 con outlook negativo. Stesso rating per Intesa Sanpaolo e le sue controllate, Bnl, Cariparma, Friuladria. A Baa3 va Credito Emiliano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *