Moduli unici per interventi edilizi: l’accordo tra Governo, Regioni e Comuni

L’itinerario verso la semplificazione mette a segno oggi una delle tappe più importanti: il 4 maggio infatti è stato siglato in Conferenza Unificata l’accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali sull’adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione di segnalazioni, comunicazioni e istanze nei settori dell’edilizia e delle attività commerciali.
“Si tratta di un importante passo in avanti sulla via della semplificazione e della sburocratizzazione”: ad annunciarlo è il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini che ha anche ringraziato l’assessore della Regione Toscana, Vittorio Bugli, che ha relazionato in Conferenza delle Regioni e che ha seguito da vicino l’iter del provvedimento.

Moduli unici edilizia: disponibili qui

“Sostanzialmente gli enti avranno una sola modulistica valida per l’intero territorio nazionale, sia che si tratti di ristrutturazioni della casa o dell’apertura di attività commerciali. I moduli per i titoli abilitativi edilizi vengono adeguati ai nuovi Decreti Madia e ci sarà un modulo unico per la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) e moduli più snelli per la CILA (comunicazione inizio lavoro asseverati) e l’agibilità, consentendo, in questo ultimo caso – ha concluso Bonaccini – di eliminare i circa 150.000 certificati che ogni anno sono rilasciati in Italia”.

>> QUI DISPONIBILI I NUOVI MODULI PER L’EDILIZIA.

[libprof code=”32″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.