Manovrina 2017, effetti immediati sui tributi locali: la scadenza di agosto

Fonte: www.carpenedocristina.com

Si preannuncia un’estate impegnativa per i comuni. Il cammino di conversione del decreto legge 50/2017 (Manovrina 2017) riserva almeno due importanti novità approvate alla Camera, che chiameranno in causa i consigli comunali fin da subito. Le norme di interesse sono contenute in tre articoli.
Locazioni turistiche e imposta di soggiorno. La novità più dirompente è la possibilità per i comuni aventi i requisiti per l’applicazione del tributo, di istituire e aumentare l’imposta di soggiorno, in deroga sia al blocco del potere di aumento dei tributi sia al termine ultimo di esercizio della potestà regolamentare. La possibilità di istituire e rimodulare l’imposta è aperta con decorrenza dal 2017, in deroga all’articolo 1, comma 26, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, e all’articolo 1, comma 169, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Questo significa che, dopo la definitiva conversione in legge del decreto, i comuni possono adottare apposito regolamento e delibera tariffaria che troveranno applicazione non dal 1.1.2017 bensì dall’efficacia della delibera, posto che la deroga al comma 169 è piena. L’articolo 4 affronta anche il tema delle locazioni turistiche fino a 30 giorni…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.