Questo articolo è stato letto 38 volte

Linee Guida per l’iscrizione nell’elenco delle amministrazioni aggiudicatrici

Affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house

L’art. 192 del nuovo codice degli appalti prevede l’istituzione presso l’ANAC dell’elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house di cui all’art. 5. La norma prevede che l’iscrizione avviene a domanda, dopo che sia stata riscontrata l’esistenza dei requisiti, secondo le modalità e i criteri che l’Autorità definisce con proprio atto.

Sulla base della disposizione citata, l’Autorità intende sottoporre a consultazione, ai sensi del Regolamento dell’8 aprile 2015 recante la disciplina della partecipazione ai procedimenti di regolazione e del Regolamento del 27 novembre 2013 recante la disciplina dell’analisi di impatto della regolamentazione (AIR) e della verifica dell’impatto della regolamentazione (VIR), il documento prodromico alla predisposizione delle Linee guida che disciplinano la procedura di iscrizione, i requisiti necessari, le modalità e i criteri per la verifica degli stessi.

Si evidenzia che, attesi i tempi ristretti per l’approvazione degli atti definitivi, è concesso un termine ridotto per la presentazione dei contributi, pari a quindici giorni dalla pubblicazione del documento. Pertanto, il termine per la presentazione delle osservazioni è fissato alle ore 12 del 20 dicembre, mediante compilazione dell’apposito modello.

Mediante la consultazione, l’Autorità intende acquisire il punto di vista dei soggetti interessati su tutti gli argomenti indicati nel documento presentato. Si chiede, pertanto, di inviare osservazioni sulle proposte ivi contenute, indicare ulteriori elementi che si ritiene opportuno approfondire nelle linee guida e proporre integrazioni su specifici aspetti.

>> Disponibile qui il documento di consultazione.

>> Qui disponibile il link al portale dell’ANAC in cui reperire il modulo per le osservazioni.

Consulta la Pagina speciale dedicata al Nuovo Codice Appalti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *