Questo articolo è stato letto 220 volte

La prescrizione dei crediti previdenziali

La prescrizione dei crediti previdenziali

La prescrizione dei crediti previdenziali matura con cadenza quinquennale e decorre dalla data entro la quale doveva essere effettuato il versamento. E’ questa la indicazione contenuta nella deliberazione della Sezione regionale di controllo della Corte dei conti del Molise n. 72/2019.
Leggiamo testualmente che “la legge n. 335/1995, articolo 3, comma 9, ha introdotto un termine prescrizionale quinquennale che, anche in ragione della ratio sottesa alla norma -di complessiva riforma del sistema pensionistico obbligatorio, riferita sia all’Assicurazione generale obbligatoria (AGO) che alle forme assicurative sostitutive ed esclusive dell’AGO-, assume una portate generale. Tale termine, di regola, decorre dalla data in cui il diritto può essere fatto valere (articolo 2935 cc): il giorno in cui l’istituto può esigere la contribuzione si identifica con la data di scadenza del termine per effettuare il versamento (il 16 del mese successivo a quello cui si riferisce la contribuzione)”.

>> CONSULTA IL TESTO DELLA DELIBERAZIONE DELLA CORTE DEI CONTI (MOLISE).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *