Questo articolo è stato letto 2 volte

Imu, sulla prima casa sarà possibile pagare in 3 rate Proroga per gli scudati

Fonte: Il Sole 24 Ore

La novità dell’ultima ora è l’emendamento sul beauty contest approvato in Consiglio dei ministri ieri sera e depositato in commissione Finanze dal relatore, Gianfranco Conte, al Dl sulle semplificazioni fiscali. Con la modifica voluta dal Governo, che prima di essere messa al voto dovrà passare il difficile esame di ammissibilità del presidente della Camera, Gianfranco Fini, sono fissate le misure per l’annullamento della procedura di gara per l’uso efficiente e la valorizzazione economica dello spettro radio. Il nodo sarà sciolto domani mattina alla ripresa dei lavori.
Nella giornata di ieri, intanto, sono stati approvati gli attesi emendamenti del relatore sull’Imu, a partire dal pagamento in tre rate (giugno, settembre e dicembre), per il solo anno 2012, dell’imposta sull’abitazione principale. Su queste pende però la possibile approvazione nella seduta odierna di un emendamento presentato da Gianluca Galletti (Udc) che renderebbe opzionabile il versamento in tre rate. Per la prima casa, inoltre, è stato reso più stringente il concetto di abitazione principale: le detrazioni e l’aliquota ridotta spetteranno per la sola casa dove il contribuente ha la dimora abituale e la residenza anagrafica. Altre novità introdotte ieri: l’esenzione Imu, Irpef e Ires per le abitazioni distrutte dal sisma abruzzese del 2009, lo slittamento al 30 settembre del termine per la dichiarazione Imu e lo sconto Irpef dal 20 al 40% sulle dimore storiche.
Nel pacchetto di modifiche presentate dal relatore e sostenute dal Governo spiccano anche le modifiche alle patrimoniali sullo scudo fiscale, le case all’estero, nonché sulla tassa del lusso applicata agli aerei e agli elicotteri a cui si aggiunge la nuova tassa di imbarco per gli aereo-taxi: 100 euro per le tratte fino a 1.500 Km e 200 euro per i tragitti superiori. Per quanto riguarda le somme scudate slitta al 16 luglio il versamento dell’imposta sull’anonimato e per le banche potranno rivalersi su qualsiasi del conto del soggetto scudato che ha estinto o chiuso il conto segretato. Sulle case all’estero arriva poi una riduzione del peso della patrimoniale che sarà calcolata sul valore catastale e non più su quello di mercato.
Tra le nuove tasse introdotte dal Dl ci sarà anche quella di sbarco, pagata con una maggiorazione di 1,50 euro sul biglietto del traghetto, dai turisti che approderanno nelle isole minori. Sulle borse di studio, infine, la spuntano i ricercatori che vedono cancellata la stretta introdotta al Senato per le borse di studio superiore agli 11.500 euro.
Nutrito anche il pacchetto sui giochi con cui i Monopoli si adeguano alla sentenza comunitaria sulla gara delle scommesse del bando Bersani: la nuova gara viene ora fissata al 31 luglio 2012 e i requisiti seguono le indicazioni suggerite dai giudici comunitari con l’attribuzione massima di 2.000 concessioni e una base d’asta di 11.000 euro per ciascuna agenzia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *