Questo articolo è stato letto 0 volte

Il sindaco «vicino» può essere eletto

Fonte: Il Sole 24Ore

È eleggibile alla carica di sindaco di un Comune un cittadino che ha ricoperto per due mandati consecutivi la carica di sindaco in altro Comune confinante. Così ha deciso il Tribunale civile di Padova. Il caso riguardava due Comuni, Abano Terme e Montegrotto Terme, confinanti tra di loro. Un cittadino aveva ricoperto per varie volte consecutive la carica di sindaco nel Comune di Montegrotto Terme; alle elezioni del 2011 si era presentato come candidato sindaco per il Comune di Abano Terme, ed era stato eletto. Ma alcuni cittadini di Abano Terme hanno proposto ricorso al tribunale, affermando tra l’altro che era stato violato il comma 2 dell’articolo 51, che non fa alcun riferimento al Comune o ai Comuni in cui la carica di sindaco è stata ricoperta, ma prevede solo il fatto che una medesima persona fisica abbia rivestito la carica di sindaco in tre tornate elettorali consecutive, anche se riferite a Comuni diversi. Questa tesi, indubbiamente sottile, non è stata accolta dal Tribunale, che ha invece stabilito che il comma 2 dell’articolo 51 contiene un’eccezione, non è suscettibile di applicazione analogica, e deve essere interpretato restrittivamente. La sentenza è coerente con l’interpretazione che i giudici hanno stabilito per questa norma, ma la motivazione non è persuasiva. Infatti, essa non ha considerato che la qualificazione giuridica del territorio dei comuni è oggi cambiata rispetto al passato. Il territorio è anche oggi un elemento costitutivo dell’ente, ma vi sono molti rapporti giuridici che superano la circoscrizione comunale, e se vi è un contesto territoriale amministrativo che ha molti elementi comuni economici e sociali, si dovrebbe tenere conto di ciò, anche ai fini dell’ineleggibilità. In contrario a quanto esposto si potrebbe obiettare che se un cittadino ha ricoperto in modo positivo la carica di sindaco nel Comune di x, non vi è ragione per vietargli di ricoprire  si presume in modo egualmente positivo  la stessa carica nel Comune di y, anche se è confinante con il Comune di x. Ma l’obiezione non sarebbe persuasiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *