Questo articolo è stato letto 7 volte

Il record di assistiti in Sicilia: Misilmeri, dove l’obeso è “disabile”

Fonte: La Repubblica

MISILMERI (PALERMO) – Nella capitale dei disabili “gravissimi” c’è l’assistito con “deficit della memoria”, il paziente obeso e l’altro ancora con “turbe del comportamento”. C’è un campionario vasto e insondabile di patologie che vale, per ciascuna famiglia, un assegno da poco più di quattromila euro l’anno. Misilmeri si trova, suo malgrado, al centro di uno scandalo, almeno presunto, che ha 110 facce. Quante sono le facce dei portatori di handicap sulla carta più pesanti. Questo distretto, che comprende altri comuni del comprensorio, è diventato un caso nel caso: è uno dei luoghi della Sicilia in cui si è registrato il boom più significativo di disabili dal 2013 al 2015: da 65 a 110, appunto. E nell’anno di mezzo, il 2014, la cifra era salita addirittura a 132. Ci sono più disabili “gravissimi” nel distretto di Misilmeri che in quello di Palermo. O nell’intero Piemonte, come ha rilevato l’ex dirigente generale delle Politiche sociali Antonella Bullara.

Per il governatore Crocetta non ci sono dubbi: “Dentro quei numeri ci sono dei falsi”, aveva detto sabato. “Si fa assistenza — aveva aggiunto — non ai disabili veri ma a Comuni che fanno clientelismo”. Accuse che hanno scosso la comunità di questa cittadina con trentamila abitanti, amministrata da poco più di due anni da una sindaca del Pd, Rosalia Stadarelli. La quale, domenica mattina, ha preso il telefono per gridare il suo «sdegno» al presidente della Regione…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *