Questo articolo è stato letto 1 volte

Il Comune di Milano spegne il riscaldamento come contributo alla lotta allo smog

Il Comune di Milano spegne i suoi impianti di riscaldamento, come contributo alla lotta allo smog. Gli impianti resteranno spenti ”finché all’interno non si registreranno temperature inferiori ai 18 gradi, sia di Palazzo Marino sia degli altri uffici comunali, fatta eccezione per scuole, residenze sanitarie assistenziali e centri per persone con disabilità”, spiegano dall’amministrazione.

La scelta di procedere con questa misura era stata annunciata dal sindaco Giuliano Pisapia ”per dare un segnale e chiedere ai cittadini di contribuire alla lotta contro l’inquinamento abbassando i riscaldamenti di abitazioni e uffici privati”.

”A Milano stiamo mettendo in atto diverse misure, anche strutturali”, afferma l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran. ”Ma in mancanza di provvedimenti regionali su ampia scala Milano resta troppo spesso sola in questa battaglia. Anche il protocollo di misure che abbiamo messo in campo insieme alla Provincia di Milano e agli altri Comuni paga l’assenza di Regione Lombardia che potrebbe con una sua decisione renderlo automatico e non ad adesione volontaria”.

(Fonte: Ansa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *