Questo articolo è stato letto 33 volte

Il borgo del 1300 con il wi-fi

Fonte: Il Sole 24 Ore

Un borgo del 1300 sul lago di Bracciano. Era diventato un paese fantasma. Abbandonato dai locali all’incuria, neanche in alta stagione raggiungeva il sold out. A fine 2011 è arrivato l’imprenditore romano Simon Clementi, che ha ristrutturato 9 appartamenti (150mila euro investiti) recuperando travi e caminetti antichi coperti da restauri dissennati. Nasce così Borgo Vistalago a Trevignano Romano, che per il 75% fa capo a privati e per il restante 25% alla holding di Simon Clementi, Limes srl, che ha sotto il suo cappello il marchio Kandu (già Kidzania, 15 parchi giochi in tutto il mondo), Jarro (wine bar romano e consulenza per start-up di ristoranti), lo show-room 00191 e l’agenzia di comunicazione Nerodigitale. «Scommettiamo sul lago di Bracciano, luogo magico – dice – finora privo di alta offerta turistica». Borgo Vistalago offre nove appartamenti, di 30 mq, con frigobar, aria condizionata e wi-fi. «Siamo partiti con un prezzo allineato alla media (150 euro a notte la doppia), ma lo alzeremo non appena avremo conquistato i turisti. Prevediamo 40mila euro di fatturato 2012, compreso il ristorante Aqua che inaugureremo a giorni – annuncia –, entro l’anno gli appartamenti diventeranno 15 e contiamo di superare presto i 100mila euro». Ad accogliere i turisti, una pubblicazione per scoprire Trevignano: pochi sanno che a 25 chilometri da Roma si possono praticare tutti gli sport acquatici. Peccato che siano quasi sparite le botteghe storiche. E, soprattutto, che non si sia finora trovato accordo sul recupero della rocca romana abbandonata: un progetto da 1 milione di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *