Questo articolo è stato letto 0 volte

Giubileo, 224 milioni per mobilità, sanità e sicurezza

Fonte: Il Sole 24 Ore

Per il Giubileo il governo, nel decreto cosiddetto “Happy days”, stanzierà complessivamente 224 milioni di euro. Una parte (159 milioni) andrà al Comune per mobilità, decoro urbano e riqualificazione delle periferie. Alla Regione Lazio sarà dato un contributo di 47 milioni per potenziare il servizio ferroviario regionale e il sistema dei servizi sanitari. Una ulteriore spesa di 18 milioni servirà per il personale militare che avrà il compito di presidiare siti e obiettivi sensibili: per il momento sono indicate 1.500 unità fino al 30 giugno 2016. 

Per le risorse che dovrà gestire il commissario straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca, il fondo andrà ripartito anno per anno con uno o più decreti del presidente del Consiglio dei ministri: 94 milioni saranno per il 2015 e 65 milioni per il 2016. Dati però i tempi strettissimi, il decreto stabilisce che le risorse che non riusciranno a essere utilizzate nel 2015 potranno essere impiegate l’anno prossimo. Sotto la lente c’è la risistemazione delle linee metropolitane e al potenziamento delle linee di trasporto pubblico di superficie. Sul fronte decoro, l’urgenza è la pulizia delle strade dalle foglie, che in caso di piogge intense rischiano sempre di provocare allagamenti. Già nello scorso fine settimana sono partiti gli interventi straordinari nel Lungotevere. 

Per la Regione Lazio, i 47 milioni previsti per il 2015 andranno a finanziare parte del piano per il Giubileo già avviato: i 17 milioni per il potenziamento del servizio ferroviario regionale riguarderanno il collegamento con la stazione Roma San Pietro e verranno indirizzati anche per l’arteria tra l’aeroporto di Fiumicino e le stazioni del centro cittadino. I 30 milioni per la sanità serviranno soprattutto per l’adeguamento di 12 pronto soccorso e gli extra costi per il personale medico. 

Sul pacchetto sicurezza, il contingente di 1.500 militari sarà al servizio del prefetto per vigilare su siti e obiettivi sensibili. Le nuove unità andranno a integrare quelle già previste (2mila agenti delle forze dell’ordine) nel piano per il Giubileo, presentato dal prefetto e dal questore di Roma, che ha preso il via lo scorso lunedì. Proprio il prefetto Gabrielli ha annunciato ieri che una serie di ordinanze in arrivo dal commissario straordinario Tronca interverranno su tre aspetti: gli artisti di strada, la vendita degli alcolici e abusivismo commerciale. Sempre ieri è stato firmato da ministero dei Trasporti, Cgil, Cisl e Uil di settore e associazioni datoriali un protocollo di intesa per il Giubileo che prevede l’istituzione di una cabina di regia presso il ministero «per gestire e prevenire le vertenze conflittuali», ovvero gli scioperi, e individua 41 date legate a grandi eventi in cui scatta la franchigia, cioè in cui non si proclamano gli sc ioperi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *