Questo articolo è stato letto 49 volte

Fondi Sbloccacantieri per strade e illuminazione, per UNCEM il bando penalizza i Piccoli Comuni

Fonte: Sole 24 Ore

di DANIELA CASCIOLA (dal Sole 24 Ore) – In collaborazione con Mimesi s.r.l.

I criteri del nuovo bando per i piccoli Comuni adoperati per la formazione dell’elenco degli enti che potenzialmente potranno fare domanda, pubblicato sul sito del Mit, mettono in allarme l’Uncem (Unione dei Comuni, delle Comunità e degli Enti montani). In una lettera al Ministro Paola De Micheli, il Presidente Marco Bussone denuncia il fatto che dal nuovo bando rimarranno esclusi i Comuni con minor grado di urbanizzazione (uno dei tre parametri con il tetto a 3500 abitanti e l’indice di vulnerabilità sociale e materiale superiore alla media nazionale). Di conseguenza, il bando – aperto il 31 ottobre 2019 dal Mit – premierà soli 35 Comuni in Italia. Il comunicato relativo al decreto interministeriale Mit-Mef 400/2019 per l’attuazione del programma di interventi per piccoli Comuni avviato con lo Sblocca cantieri è stato pubblicato sul sito del ministero dei Trasporti lo scorso 31 ottobre. Il programma prevede interventi infrastrutturali per piccoli Comuni fino a 3.500 abitanti, con una dotazione di 7.535.118,69 milioni di euro per il finanziamento di interventi per la manutenzione straordinaria di strade, per illuminazione pubblica, per strutture pubbliche comunali nonché per l’abbattimento di barriere architettoniche in edifici pubblici. Sono i fondi non utilizzati dai precedenti programmi per i piccoli Comuni, residuati in particolare dall’iniziativa «Seimila campanili», e che su richiesta dei singoli enti saranno utilizzati per finanziare lavori da mettere subito in cantiere.

Al decreto è allegatol’elenco dei Comuniammessi a presentare istanza per accedere al finanziamento, selezionati in base al grado di urbanizzazione e all’indice di vulnerabilità sociale e materiale. A breve verrà emanato e pubblicato il decreto direttoriale che disciplinerà le modalità e i termini di presentazione delle proposte da parte dei soggetti interessati. La richiesta di Uncem è quella di annullare il bando, rifacendo l’elenco. Si chiede pure che vengano messi a bando i 160milioni di dotazione della legge 158/2017 (Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonchè disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni) per interventi che diano possibilità di sviluppo ai territori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *