Questo articolo è stato letto 1 volte

Finanza locale, per l’Anci troppe incertezze: prorogare il termine del Dup al 31 dicembre

Prorogare al 31 dicembre 2015 il termine del 31 ottobre per la presentazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) per il 2016, poiché al momento non sussistono gli elementi necessari per una corretta compilazione. È una delle istanze che l’ANCI chiede vengano calendarizzate nella prossima Conferenza Stato-Città. 
La richiesta dell’Associazione nasce dalla considerazione dell’incertezza normativa riguardo l’eliminazione di importanti segmenti di prelievo immobiliare ed alle relative modalità di compensazione, nonché dell’indeterminatezza circa i vincoli di finanza pubblica e il superamento del Patto di stabilità interno. 
Il DUP prevede infatti una programmazione delle entrate e della spese molto analitica, in particolare per la parte “operativa” del documento, che allo stato attuale rischia di concretizzarsi in un inutile aggravio, dovendo poi essere radicalmente rivisto alla luce delle norme di cui si attende l’emanazione con la legge di stabilità 2016, che ha appena iniziato il suo iter parlamentare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *