Questo articolo è stato letto 53 volte

Evaporano i premi ai Comuni che collaborano con il Fisco nella lotta all’evasione fiscale

Fonte: Italia Oggi

di MATTEO BARBERO (da Italia Oggi) – In collaborazione con Mimesi s.r.l.

Evaporano i premi ai Comuni che collaborano con il Fisco nella lotta all’evasione fiscale. I nuovi dati diffusi dal Ministero dell’Interno confermano il trend decrescente degli incentivi che avrebbero dovuto spingere sindaci a dare una mano ad Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza nel pizzicare chi sgarra. Dalle tabelle pubblicate dalla Direzione centrale per la Finanza locale, infatti, emerge che per il 2019 il bonus si è attestato a quota 7,7 milioni (7.775.238,79 per la precisione), in ulteriore riduzione rispetto ai circa 11 milioni del 2018. Ma l’assegno valeva 17 milioni del 2015 e addirittura 21 milioni del 2014. Per comprendere questi numeri, occorre ricordare che il decreto legge n. 203/2005 (poi ripetutamente modificato) ha introdotto dei premi per le «segnalazioni qualificate» dei comuni che danno luogo ad accertamenti. All’ente che ha fornito elementi utili viene riconosciuto il 100% della somma riscossa.

L’Incentivo si applica alle maggiori somme relative a tributi statali riscosse a titolo definitivo nonché delle sanzioni civili applicate sui maggiori contributi riscossi a titolo definitivo, al netto delle somme spettanti ad altri enti ed alla Ue. Pertanto, la consistenza di questi trasferimenti è un’ottima proxy del grado di collaborazione fra il centro e la periferia nello svolgimento di una funzione unanimemente considerata come strategica a fronte dell’enorme entità che il sommerso presenta nel nostro Paese. In questo senso, il calo è molto preoccupante, anche perché conferma un trend negativo che pare ormai consolidato: già nel 2015, il numero delle segnalazioni si era ridotto del 27% rispetto al 2014 e del 43% nell’arco dell’ultimo quadriennio. Per contro, l’ammontare delle premialità complessivamente riconosciute era aumentato del 22,7%, passando da 17,7 a 21,7 milioni, anche se solo grazie alla maggior percentuale riconosciuta all’ente segnalante. Negli ultimi anni, invece, anche questo numero è caduto in picchiata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *