Questo articolo è stato letto 21 volte

Estinzione anticipata mutui: la scadenza del 31 marzo

Estinzione anticipata mutui

È in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’interno di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, con cui è stato approvato il modello di certificazione relativo alla richiesta di concessione, con riferimento all’anno 2017, del contributo erariale a sostegno dei costi sostenuti o da sostenere dai Comuni per l’estinzione anticipata, totale o parziale, di mutui e prestiti obbligazionari (art 9-ter, commi 1 e 2, decreto legge 113/2016).

Il fondo ha validità triennale (2016-2018) e per ciascuno degli anni 2017-2018 ha una dotazione di 48 milioni di euro. Per l’anno 2017 la richiesta dovrà essere inviata entro il 31 marzo 2017, esclusivamente con modalità telematica, tramite il Sistema Certificazioni Enti Locali (AREA CERTIFICATI TBEL, altri certificati) accessibile dal sito internet della Direzione Centrale della Finanza Locale del Ministero dell’interno, tramite le credenziali già in uso a ciascun ente locale, alla pagina. La trasmissione della certificazione non è obbligatoria per i comuni non interessati e, pertanto, non deve essere trasmessa se negativa.
Per l’esercizio corrente, ai fini del corretto accertamento da parte dei comuni dei contributi assegnati, gli stessi saranno comunicati con atto del Direttore Centrale della Finanza Locale da adottarsi entro il 10 novembre 2017.

>> Per ulteriori informazioni in merito si consiglia di consultare il portale del Ministero dell’interno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *