Questo articolo è stato letto 0 volte

Enti, tasse senza regole

Fonte: Italia Oggi

Aree fabbricabili, manca la proporzione tra i valori fissati dai comuni e il mercato. E i risultati sono Imu e Tasi sproporzionate e l’aumento del contenzioso. Questo l’sos lanciato dalla Confedilizia a seguito di un’indagine condotta su un campione di enti. «I comuni hanno allargato, negli strumenti urbanistici, le aree qualificabili come fabbricabili e, in più, stabiliscono valori inadeguati rispetto all’ inesistente mercato di tali aree», ha sottolineato il presidente della Confedilizia Corrado Sforza Fogliani, «e anche se i valori attributi a queste ultime non sono vincolanti, avendo come scopo quello di limitare il potere di accertamento delle amministrazioni locali, ciò innesca, comunque, contenziosi infiniti. Per via della crisi il valore di mercato dei terreni edificabili si è, per lo più, dimezzato. Pertanto», osserva la Confedilizia, «per un numero sempre maggiore di proprietari di aree fabbricabili intraprendere la strada del contenzioso costituisce l’unico modo per difendersi dall’asfissiante imposizione locale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *