Questo articolo è stato letto 46 volte

Enti locali: no della Consulta al debito per finanziare la spesa corrente

Agenzia Entrate: esenzione Iva per interessi di mora e spese di recupero

Segnaliamo la sentenza della Corte Costituzionale n. 18 depositata ieri 14 febbraio 2019 nella quale si dichiara incostituzionale la disposizione che consente agli Enti locali in stato di predissesto di ricorrere all’indebitamento per gestire in disavanzo la spesa corrente per un trentennio.
La procedura di prevenzione dal dissesto degli Enti locali – si legge nel comunicato che accompagna il testo della sentenza – è costituzionalmente legittima solo se supportata da un piano di rientro strutturale di breve periodo. Il legislatore statale – sulla base dei principi del federalismo solidale – può destinare nuove risorse per risanare gli Enti che amministrano le comunità più povere ma non può consentire agli Enti, che presentano bilanci strutturalmente deficitari, di sopravvivere per decenni attraverso la leva dell’indebitamento. Quest’ultimo, ha rilevato la Corte, deve essere riservato, in conformità all’articolo 119, sesto comma, della Costituzione, alle sole spese di investimento (cosiddetta regola aurea).

>> VAI AL COMUNICATO DI SINTESI DELLA CONSULTA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *