Questo articolo è stato letto 290 volte

Enti locali, arriva la proroga al 30 settembre per preventivi e salvaguardia degli equilibri

Fonte: Sole 24 Ore

di GIANNI TROVATI (dal Sole 24 Ore) – In collaborazione con Mimesi s.r.l.

Arriva la proroga al 30 settembre per i bilanci preventivi degli Enti locali e per la salvaguardia degli equilibri (anche per chi ha già approvato il preventivo), insieme alla sospensione dei termini per l’impugnazione delle decisioni di Corte conti sui piani di riequilibrio. Con due emendamenti, a prima firma del vicepresidente Anci Roberto Pella (Fi), sono stati inseriti nella legge di conversione del decreto Rilancio i due rinvii attesi dai Comuni. Lo slittamento della salvaguardia riguarda tutti, anche gli enti che hanno già approvato nelle settimane o nei mesi scorsi i bilanci preventivi (si veda Il Quotidiano degli enti locali e della Pa del 29 giugno).

Gli emendamenti, che si occupano anche dei bilanci preventivi 2021 fissando il termine del 31 gennaio nel tentativo di evitare ulteriori proroghe, si sono resi indispensabili per il fatto che l’incertezza continua a dominare i conti degli Enti locali. Che infatti si candidano a essere protagonisti anche del prossimo decreto anticrisi, quello che dopo l’ennesimo scostamento di bilancio dovrebbe rimpinguare il fondone per i Comuni con almeno 2 miliardi (i sindaci ne chiedono 3). In un contesto del genere, l’approvazione dei preventivi e soprattutto la certificazione degli equilibri di bilancio si trasformerebbero in un puro esercizio teorico. Decisamente poco utile. Nel pacchetto di correttivi approvati in commissione a Montecitorio entra poi la sospensione dei termini di impugnazione delle decisioni della Corte dei conti sui piani di riequilibrio degli enti imbarcati nella procedura del pre-dissesto. Niente sospensione, invece, per le scadenze relative ai piani di riequilibrio degli enti interessati dal cosiddetto “dissesto guidato”, quello imposto dalla magistratura contabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *