Questo articolo è stato letto 182 volte

Emergenza Coronavirus: il Quaderno operativo dell’ANCI sull’organizzazione degli uffici in tempo di smart working

Emergenza Coronavirus: il Quaderno operativo dell'ANCI sull'organizzazione degli uffici in tempo di smart working

L’emergenza generata dall’epidemia da Coronavirus (Covid-19) ha imposto il lavoro agile (smart working) come modalità di esecuzione della prestazione di lavoro in tutta la Pubblica Amministrazione. In modo particolare nei Comuni che hanno dovuto rimodulare radicalmente le proprie modalità di azione sia sul fronte esterno, per garantire non solo la continuità dei servizi esistenti, ma anche l’approntamento di nuove e urgenti iniziative per rispondere ad esigenze mutate in modo imprevedibile, sia sul fronte interno, dovendo essi stessi contribuire a garantire il prioritario distanziamento sociale mediante la massima riduzione del personale in servizio. Lo smart working si è così trasformato nella modalità ordinaria di esecuzione della prestazione lavorativa con il necessario ripensamento delle logiche organizzative interne ed esterne degli Enti.
Il ventiduesimo Quaderno Operativo targato ANCI si intitola “L’organizzazione degli uffici in emergenza Covid-19: servizi indifferibili, lavoro agile semplificato, nuovi permessi e congedi” e intende supportare i Comuni in emergenza Coronavirus nella riorganizzazione interna ed esterna degli uffici e dei servizi. Il tutto con la consueta appendice di modulistica, fac simili di determine e delibere e normativa di riferimento analizzata puntualmente nei suoi aspetti applicativi. Il valore aggiunto del documento targato ANCI risiede infatti nelle tabelle riassuntive e nella condivisione di alcune bozze di atti amministrativi da adottare
Il Quaderno, nel riportare le disposizioni contenute nel decreto, le riordina per argomento, creando quindi una semplificazione nella lettura delle diverse azioni che ogni amministrazione ha dovuto e deve mettere in campo nel contesto dell’emergenza sanitaria. Il tassello chiave è costituito nell’individuazione puntuale di quelli che sono i servizi che l’ente deve comunque garantire. A questo proposito, nella parte finale del documento, è a disposizione una bozza di atto organizzativo che le giunte degli enti devono adottare.

>> CONSULTA IL QUADERNO OPERATIVO ANCI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *