Questo articolo è stato letto 33 volte

Dematerializzazione dei decreti di reiscrizione di residui passivi: nuove disposizioni

Dematerializzazione

Mediante la circolare 25 gennaio 2017, n. 4 la Ragioneria dello Stato fornisce rilevanti indicazioni in ordine al percorso di progressiva dematerializzazione dei decreti di reiscrizione di residui passivi perenti fornendo agli Uffici centrali del bilancio le istruzioni per l’elaborazione digitale delle relative richieste di reiscrizione.

L’obiettivo è garantire una più alta efficienza nelle attività di predisposizione e trasmissione dei decreti, senza modificare le attività amministrative funzionali alla predisposizione e attuazione, che continueranno a essere svolte per mezzo degli usuali sistemi informativi gestionali della Ragioneria.

A partire dal 30 gennaio 2017, le reiscrizioni dei residui passivi perenti della spesa dovranno essere elaborati in modo tale da consentirne il trattamento digitale con le istruzioni fornite con la circolare.
Nel sistema SIPATR (Sistema del conto del patrimonio) è stato effettuato un adeguamento del menù, raccogliendo sotto la voce “Gestione re iscrizioni” tutte le funzioni collegate ai fascicoli e alle richieste di reiscrizione, proprio nella prospettiva della dematerializzazione, partendo dai diversi formati gestibili (tra cui Tiff, Jpg, Xml, Txt, ecc.), che saranno convertiti in formato Pdf.

>> CONSULTA la CIRCOLARE n. 4/2017

Il principio applicato della contabilit finanziaria

Il principio applicato della contabilit finanziaria

Elisabetta Civetta, 2016, Maggioli Editore
L’articolo 2 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 (Legge di contabilità e finanza pubblica) ha avviato un complesso e articolato processo di riforma della contabilità pubblica, denominato “armonizzazione contabile”, diretto a rendere i bilanci delle...

60,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *