Questo articolo è stato letto 324 volte

Decreto Semplificazioni, votata ieri la fiducia

Decreto Semplificazioni, votata ieri la fiducia

La Camera dei deputati, con 291 voti favorevoli e 207 voti contrari, ha votato nella giornata di ieri la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti, subemendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge, già approvato dal Senato di conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 16 luglio 2020, n. 76 (cd. Decreto Semplificazioni), recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale (C. 2648), nel testo delle Commissioni, identico a quello approvato dal Senato.

L’ok in Aula è giunto con 299 sì, 207 no e un astenuto. Il voto finale sul decreto è, come previsto, atteso per questa mattina. Proprio a pochi giorni dalla sua scadenza (14 settembre) – si legge sul Sole 24 Ore di questa mattina – è arrivato al traguardo finale il pacchetto di misure pensato dal Governo per far ripartire gli investimenti pubblici. Il testo, tuttavia, durante il suo iter in Parlamento ha assunto le caratteristiche di un vero e proprio decreto omnibus con misure che vanno dal codice della strada all’università: gli articoli sono cresciuti da 65 a 97. E con essi sono cresciuti anche i provvedimenti attuativi che dovranno essere varati nei prossimi giorni affinché il testo dispieghi a pieno i suoi effetti.

>> Leggi anche Decreto Semplificazioni: prime indicazioni operative per i Comuni.

>> IL NOSTRO FOCUS SUL DECRETO SEMPLIFICAZIONI.

*****

 

FORMAZIONE ONLINE

Decreto “Semplificazioni”: come cambia il Codice dell’Amministrazione Digitale


Corso online in diretta – Martedì 15 settembre 2020, ore 9 – 16 – Docenti: Ernesto Belisario e Francesca Ricciulli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *