Questo articolo è stato letto 384 volte

Decreto Milleproroghe: arriva l’approvazione alla Camera

Decreto Milleproroghe: arriva l’approvazione alla Camera

La Camera dei deputati ha approvato nella giornata di ieri il disegno di legge di conversione del cd. Decreto Milleproroghe, recante “disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, di realizzazione di collegamenti digitali, di esecuzione della decisione (Ue, Euratom) 2020/2053 del Consiglio, del 14 dicembre 2020, nonché in materia di recesso del Regno Unito dall’Unione europea” (C. 2845). Il provvedimento passa ora all’esame finale del Senato, con l’approvazione attesa tra domani e venerdì.

Come si può leggere sul Sole 24 Ore di questa mattina “tra le novità introdotte dalla Camera da segnalare la possibilità per le società di applicare fino al 31 luglio le misure anti-Coronavirus per le assemblee a distanza e la possibilità di approvare il bilancio entro 180 giorni dal termine dell’esercizio finanziario. La maggioranza ha trovato invece l’accordo sulle trivelle. Ma anche in questo caso la soluzione è stata di affidarsi a una moratoria di nove mesi. O ancora: la proroga fino al 2023 del mercato tutelato per l’erogazione del gas e dell’energia elettrica a famiglie e piccole imprese. Tutti d’accordo anche sull’immancabile stabilizzazione dei precari della Pubblica Amministrazione. Nel Milleproroghe sono saliti anche il decreto di modifica del cuneo fiscale e quello sulla proroga dello stop alla notifica di oltre 50 milioni di atti tra cartelle e atti fiscali fino al 28 febbraio prossimo. Va anche detto, però, che a favorire una navigazione in Parlamento non troppo agitata è stato anche il fatto che il Milleproroghe non è un decreto di spesa e quindi riduce di molto le pretese dei gruppi parlamentari”.

>> IL DOSSIER DEL SERVIZIO STUDI DI CAMERA E SENATO (VOLUME I – ART. 1 – 11).

>> IL DOSSIER DEL SERVIZIO STUDI DI CAMERA E SENATO (VOLUME II – ART. 12 – ALLEGATO 32).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *