Questo articolo è stato letto 8 volte

Decreto enti locali, spunta una nuova proroga per l’uso delle spiagge

Spunta una nuova proroga per l’uso delle spiagge, ovvero degli stabilimenti balneari esistenti, nel decreto enti locali

Un emendamento di CrI e Pd, riformulato e approvato  in commissione Bilancio al Senato, proroga “le utilizzazioni delle aree di demanio marittimo per finalità diverse da quelle di cantieristica navale, pesca e acquacoltura, in essere al 31 dicembre 2013”. 

La proroga viene disposta fino alla revisione organica delle zone di demanio marittimo “e comunque, non oltre il 31 dicembre 2016”. Lo stesso emendamento prevede che entro 4 mesi dall’entrata in vigore del dl Enti locali le Regioni dovranno “operare una ricognizione delle rispettive fasce costiere, finalizzata anche alla proposta di revisione organica delle zone di demanio marittimo ricadenti nei propri territori”. 

“La proposta di delimitazione è inoltrata al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e all’Agenzia del demanio, che nei 120 giorni successivi al ricevimento della proposta, attivano, per gli aspetti di rispettiva competenza, i procedimenti previsti dagli articoli 32 e 35 del codice della navigazione, anche convocando apposite Conferenze di servizi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *