Questo articolo è stato letto 117 volte

Dalla Corte dei conti triplo controllo sulla spending review degli enti territoriali

Fonte: Sole 24 Ore

(Dal Sole 24 Ore) – In collaborazione con Mimesi s.r.l.

La Sezione delle Autonomie (delibera n. 20/2019) detta le linee guida sulle verifiche di qualità e quantità della spesa pubblica degli enti territoriali, attraverso tre distinte azioni di controllo in cui è stato suddiviso un questionario sul tema. La prima riguarda la verifica dei piani di razionalizzazione delle spese adottate dagli enti locali anche con riferimento al ricorso del mercato elettronico. La seconda azione concerne il rispetto delle percentuali di riduzione sulle spese non obbligatorie disposte dalle varie norme legislative che si sono succedute nel tempo. L’ultima verifica riguarda le varie scelte autonome adottate dagli enti in tema di riduzione della spesa volte a superare eventuali criticità di sana gestione rispetto alle risorse finanziarie a disposizione. In questa cornice di verifica si inserisce anche una valutazione dell’efficacia ed efficienza della spesa sulla base dei dati del Sose, il cui ambito temporale è, tuttavia, circoscritto agli anni 2015 e 2016.

Gli enti sottoposti a controllo
In merito ai criteri di selezione degli enti da sottoporre a verifica, la Sezione Autonomie suggerisce di iniziare dagli enti territoriali con popolazione residente più numerosa nella Regione. Questi enti, infatti, dovrebbero essere quelli più strutturati dal punto di vista organizzativo, che avrebbero dovuto già maturare significative e consolidate esperienze in materia di controllo di gestione. Questo criterio potrà essere combinato con quello della salute finanziaria dell’ente oggetto di verifica. Pertanto, sulla base dei dati emersi dall’analisi gestionale, congiuntamente agli esiti della verifica sugli adempimenti normativi in tema di contenimento della spesa e alle risultanze dei controlli sulla salute finanziaria, le Sezione regionali avranno la possibilità di effettuare una valutazione istruttoria completa sulla sana gestione degli enti sottoposti a controllo, in merito alla effettiva sostenibilità finanziaria del loro bilancio e dei suoi equilibri anche prospettici. Secondo la Sezione delle Autonomie, in presenza di criticità della gestione, le Sezione regionali dovranno assegnare alle amministrazioni interessate un termine, non superiore a trenta giorni, per l’adozione delle necessarie misure correttive dirette a rimuovere le criticità gestionali evidenziate e vigileranno sull’attuazione delle misure correttive adottate.

I questionari Sose
Particolare importanza ed enfasi è stata posta alla verifica dei dati Sose che, attraverso gli anni di rilevazione 2015 e 2016, offrono utili informazioni sulla spesa relativa alle funzioni e ai servizi amministrazione, polizia locale, istruzione, viabilità e territorio, rifiuti, sociale, asili nido, nonché sulla spesa relativa al totale delle funzioni/servizi. Dai dati del Sose è possibile, infatti, ottenere quattro situazioni diverse. La prima riguarda i Comuni inefficienti che sostengono una spesa storica superiore al fabbisogno standard ed erogano servizi in misura minore rispetto ai servizi mediamente offerti dai Comuni della stessa fascia di popolazione. La seconda situazione concerne i Comuni efficienti che hanno una spesa storica inferiore al fabbisogno standard e un livello dei servizi erogato superiore rispetto alla media dei Comuni della stessa fascia di popolazione. La terza situazione si riferisce ai Comuni inefficaci che sostengono una spesa storica inferiore al fabbisogno standard ed erogano servizi in misura minore rispetto ai servizi mediamente offerti dai Comuni della stessa fascia di popolazione. L’ultima situazione si riferisce, infine, ai Comuni efficaci ma in deficit che registrano una spesa storica superiore al fabbisogno standard e un livello dei servizi erogato superiore rispetto alla media dei Comuni della stessa fascia di popolazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *