Questo articolo è stato letto 6 volte

Dal referendum al nuovo Italicum, l’ingorgo delle date

Fonte: La Repubblica

Ieri la Consulta ha bocciato il referendum della Cgil sull’articolo 18, ma ha approvato gli altri due quesiti referendari proposti dal sindacato, ossia quelli che abrogano i voucher e le deroghe alla responsabilità sociale negli appalti. E allora quando si andrà a votare per il referendum? La risposta non è così semplice, perché la data potrebbe essere condizionata da un’altra sentenza molto attesa della Corte Costituzionale: quella relativa all’Italicum, prevista per il 24 gennaio.

Vediamo allora di fare chiarezza schematizzando un possibile calendario politico da qui ai prossimi mesi.

24 gennaio. È la “data cardine” che influenzerà direttamente anche il destino del referendum. Quel giorno, infatti, i giudici costituzionali decideranno sull’Italicum. E, se la nuova legge elettorale che uscirà dalla sentenza sarà “autoapplicativa” – ovvero produrrà una norma con cui si potrà andare subito al voto – ci sono molte più probabilità che si vada a votare a giugno….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *