Questo articolo è stato letto 81 volte

CRESCO Award 2017: una iniziativa premiale che coinvolge istituzioni pubbliche, imprese e società civile

di ALESSANDRA VILLA

Interessa, Comuni, Unioni di Comuni, Città metropolitane e Comunità montane l’iniziativa alla sua seconda edizione tesa a riconoscere e valorizzare le iniziative che si pongono l’obiettivo-chiave di istituzioni pubbliche, imprese e società civile in tema di accoglienza e l’inclusione sociale, l’economia circolare e la sharing economy, efficienza energetica, gestione sostenibile dei rifiuti, mobilità sostenibile, prevenzione e tutela sanitaria, riduzione degli sprechi alimentari o il welfare territoriale.
Il Premio CRESCO 2017 rientra nel contesto della campagna europea “Sustainable Living In Cities”, promossa da CSR Europe di cui Fondazione Sodalitas è partner per l’Italia. I progetti presentati rientrano in tre categorie: sostenibilità ambientale, sociale ed economica.
L’iniziativa coinvolge, da un lato, le realtà territoriali, da un altro lato, le imprese portatrici di specializzazioni e competenze che possono supportare le amministrazioni interessate a sviluppare particolari iniziative e migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini.
Il punto di forza di questa iniziativa (e simili) consiste nel coinvolgimento di attori solo apparentemente distanti (Istituzioni pubbliche e realtà imprenditoriali), in realtà in grado, insieme, di investire risorse e competenze in progetti diversamente non realizzabili o con tempi e grado di soddisfazione ampiamente insoddisfacenti.
Possono ambire alla premiazione progetti, già realizzati o in fase avanzata di realizzazione IdeaTRE60.
In questo scritto ci soffermiamo su due aspetti che possiamo così formulare:

  • cosa chiedono i cittadini alle realtà territoriali ?
  • quali sono i comuni italiani più sostenibili (premiati in occasione della prima edizione di Cresco Award ?

CRESCO Award: cosa chiedono i cittadini alle realtà territoriali?

Il quesito ha trovato risposta nell’indagine “sostenibilità ambientale: cosa chiedono i cittadini al proprio Comune”.
L’indagine – condotta su un campione rappresentativo della popolazione italiana per genere, età, regione, dimensione del centro di residenza, livello di istruzione – evidenzia la cura e l’attenzione degli italiani per l’ambiente. Quattro italiani su cinque (82%) ritengono che comuni e comunque in genere le amministrazioni locali siano tra i soggetti più responsabili di assicurare uno sviluppo sostenibile.
Considerano prioritarie le iniziative rivolte a potenziare il trasporto pubblico (48% degli intervistati), una maggiore estensione degli spazi verdi (47%); il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti (40%).
Quando si parla di sostenibilità ambientale e impegno dei Comuni, gli italiani esprimono aspettative elevate ma un livello di soddisfazione ancora basso: meno di un italiano su 5 si dichiara infatti “molto soddisfatto” per quanto è stato realizzato dal proprio Comune fino ad oggi.

Quali sono i comuni italiani più sostenibili?

Sono 6 i Comuni ai quali è stato attribuito il premio CRESCO AWARD nel 2016:

  • Sostenibilità ambientale: Capannori  e Lucca (Toscana) e Cantù (Lombardia);
  • Sostenibilità economica: Spezia (Liguria) e Castel del Giudice (Molise);
  • Sostenibilità sociale: Milano (Lombardia) e Malegno (Lombardia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *