Questo articolo è stato letto 6 volte

Corpo volontario europeo: lanciata fase pilota

Il Corpo volontario europeo di aiuto umanitario sta per diventare una realtà con il lancio della sua fase pilota, avvenuto nei giorni scorsi a Budapest nel corso di una conferenza organizzata dalla Commissione europea e dalla presidenza ungherese dell’Unione europea. Ispirato dalla visione proposta da questo Corpo dal Trattato di Lisbona si fonda su un riesame profondo dei programmi di volontariato esistenti. Tenendo conto delle raccomandazioni delle parti interessate, la Commissione europea passa ora all’attuazione concreta di questa iniziativa – selezionando, formando e collocando la prima equipe di volontari europei di aiuto umanitario. Nel corso di questa fase pilota, i primi volontari europei di aiuto umanitario seguiranno una formazione approfondita che consentirà loro ed al Corpo nel suo insieme di acquisire un insieme adeguato di competenze per aiutare efficacemente le comunità esposte a rischi umanitari rafforzando al tempo stesso le capacità locali delle comunità che beneficiano degli aiuti. I volontari saranno poi in breve collocati nei paesi terzi nel quadro di tre progetti pilota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *