Questo articolo è stato letto 4 volte

Confedilizia, il 45% del fabbisogno di energia elettrica soddisfatto dal fotovoltaico sui palazzi

Dai palazzi italiani si potrebbe ottenere il soddisfacimento del 45% del fabbisogno di energia elettrica. E sarebbe energia rinnovabile, più precisamente fotovoltaica. A dirlo i rappresentanti di Confedilizia, in audizione in Commissione ambiente alla Camera.
Confedilizia ritiene che “tutti i tetti ed anche le facciate degli edifici debbano essere ricoperte di fotovoltaico: la stima potenziale – spiegano i rappresentanti citando uno studio dell’Agenzia internazionale per l’energia – per l’Italia parla di un’area di tetti disponibile per inserire i pannelli fotovoltaici pari a 763,56 kmq, senza contare che i 286,32 kmq di facciate”. Facendo questo si avrebbe una produzione di fotovoltaico pari al 45% (126 terwattora) dei consumi elettrici nazionali.
Tra le proposte di Confedilizia “la creazione di una filiera italiana per la produzione dei pannelli e degli accessori”, e poi l’incentivazione per “l’integrazione negli edifici”, anche su parti comuni come condomini, con la possibilità di consentire la realizzazione ai singoli. Infine, su questa linea l’idea di Legacoop – anch’essa in audizione in commissione – di lasciare che si possano “formare cooperative con aggregazioni di cittadini per fare insieme quello che, volendo, potrebbero anche fare da soli, e cioè rendersi autonomi dal punto di vista energetico”, partecipando alla costruzione di questi impianti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *