Computo del quorum costitutivo o deliberativo per una valida deliberazione

Assume interesse la recente sentenza del TAR Piemonte, Sez. II, 15 novembre 2017, n. 1224 in materia di computo del quorum costitutivo o deliberativo per la valida deliberazione di provvedimenti collegiali. Nello specifico i giudici affermano come nei casi in cui il computo del quorum costitutivo o deliberativo previsto da norme di rango primario o secondario per la valida deliberazione di provvedimenti collegiali conduca all’individuazione di una cifra decimale, l’arrotondamento deve essere operato per eccesso all’unità superiore, dal momento che la soluzione contraria dell’arrotondamento per difetto all’unità inferiore, con il troncamento delle cifre decimali, ridurrebbe la soglia di maggioranza al di sotto di quella normativamente richiesta. Nel caso di specie emergeva la violazione del quorum deliberativo (“voto favorevole dei due terzi dei consiglieri assegnati”) previsto per l’approvazione delle deliberazioni di recesso dei singoli Comuni da una Unione di Comuni.

>> CONSULTA LA SENTENZA DEL TAR PIEMONTE, SEZ. II, 15 NOVEMBRE 2017, n. 1224.

[libprof code=”38″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.