Questo articolo è stato letto 6 volte

Castelli (Mef): “10 milioni ai Comuni sciolti per mafia”

Fonte: Italia Oggi

Da Italia Oggi – In collaborazione con Mimesi s.r.l.

Fondi ai Comuni per ripristinare la legalità. La Conferenza Stato-Città di ieri ha approvato il decreto interministeriale che determina il riparto del contributo di 10 milioni di euro, stanziati in favore dei comuni di Caivano (Na), Cirò Marina (Kr), Amantea (Cs), Pizzo (Vv), San Cataldo (Cl), Crucoli (Kr), Pachino (Sr) e Briatico (Vv) i cui organi sono stati sciolti per infiitrazioni mafiose ai sensi dell’art. 143 del Tuel. Sempre per l’anno 2020, agli altri 129 comuni in dissesto fi nanziario, sono stati stanziati ulteriori 10 milioni di euro per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di beni immobili di proprietà degli stessi comuni da assegnare alla Polizia di Stato e all’Arma dei Carabinieri. Entrambi i contributi sono a valere sul Fondo di cui all’articolo 106-bis del decreto legge Rilancio (dl n.34/2020).

«I cittadini non possono pagare le responsabilità degli amministratori, a loro dobbiamo continuare a garantire i servizi essenziali», ha osservato la viceministra all’economia Laura Castelli. «Si tratta di aiuti concreti per ripristinare la legalità. Garantire una buona qualità della vita ai nostri concittadini è una priorità del governo e per farlo dobbiamo continuare a sostenere e supportare gli enti locali nella loro azione di risanamento e riequilibrio fi nanziario. L’attenzione riservata alle amministrazioni sciolte per infi ltrazioni assume un’importanza storica, e garantisce un’importante aiuto alle gestioni commissariali», ha concluso la viceministra al Mef.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *