Questo articolo è stato letto 796 volte

Buoni pasto e acquisto diretto di generi alimentari

Buoni pasto e acquisto diretto di generi alimentari

di ENZO CUZZOLA

Aspetti procedurali: bando e individuazione degli esercizi commerciali fuori dalle regole del d.lgs. 50/2016 e quindi, su tutto, non necessario possesso requisiti art. 80.

Aspetti contabili e fiscali: le possibili soluzioni
Lettera a) acquisto diretto di generi alimentari da parte dell’Ente e successiva distribuzione
Non vi è dubbio che la spesa vada imputata al macro aggregato 3 (acquisto di beni e servizi) l’esercente, previa sua adesione e individuazione con stipula di convenzione, emetterà FatturaPA per il pagamento del corrispettivo

Erogazione buoni alle famiglie
L’art. 6-bis del d.P.R. 633/1972 fornisce la definizione di buono corrispettivo: “per buono corrispettivo si intende uno strumento che contiene l’obbligo di essere accettato come corrispettivo o parziale corrispettivo a fronte di una cessione di beni o di una prestazione di servizi e che indica, sullo strumento medesimo o nella relativa documentazione, i beni o i servizi da cedere o prestare o le identità dei potenziali cedenti o prestatori, ivi incluse le condizioni generali di utilizzo ad esso relative”

La norma fiscale (d.P.R. 633/1972) definisce due tipologie di buoni-corrispettivo:

  • Buono corrispettivo monouso (art. 6–ter d.P.R. 633/1972)
  • Buono corrispettivo multiuso (art. 6-quater d.P.R. 633/1972)

Buono corrispettivo monouso
Il primo si considera tale se al momento della sua emissione è nota la disciplina applicabile ai fini IVA alla cessione di beni o prestazione di servizi a cui il buono corrispettivo dà diritto.
Il momento impositivo nel caso di specie è proprio il momento del trasferimento del buono stesso.
La cessione di beni o la prestazione di servizi a cui il buono monouso dà diritto, se effettuata da un soggetto diverso da quello che ha emesso il buono, è rilevante ai fini IVA e si considera resa nei confronti del soggetto che ha emesso il buono.

> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

******

DISPONIBILE la nuova piattaforma online gratuita SiVoucher&Municipium App che le permette di gestire in modo semplice ed efficace la distribuzione dei contributi a favore delle famiglie che si trovano in una situazione di scarsa liquidità (Prot. n. 2306/C7SAN/C13PC/CR (emergenza Covid-19).

>> TUTTE LE INFORMAZIONI DISPONIBILI QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *