ANCI: “Recovery Plan, necessarie correzioni dovute a fattori internazionali”

Valutazione positiva, da parte del presidente dell’ANCI Antonio Decaro, in merito all’assegnazione delle risorse del Recovery Plan destinate ai Comuni. Al tema è stato dedicato l’intervento inaugurale di Decaro in occasione dell’apertura dei lavori del Consiglio nazionale dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, rimarcando però anche le criticità che dal piano internazionale si riverberano a cascata sugli enti locali. “Siamo obbligati a fare i conti con la situazione difficile causata dall’invasione dell’Ucraina, dalla crisi energetica e dalle tensioni dovute alla crescente inflazione – ha detto Decaro – questi fattori probabilmente renderanno necessarie delle correzioni alla rotta fin qui seguita, con conseguenze che si riverseranno anche nelle prossime fasi di attuazione dei progetti che stiamo portando avanti come amministrazioni comunali”.

>> CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO DELL’ANCI.

“Missione Italia”

In merito al PNRR e alle prossime scadenze, nella sua relazione al Consiglio nazionale il Presidente dell’ANCI ha ricordato l’appuntamento Missione Italia”, l’evento che si è aperto a Roma al Centro congressi La Nuvola, che sarà l’occasione per fare il punto sugli avanzamenti nella programmazione a valere sul PNRR per la parte che riguarda i Comuni.

>> PER APPROFONDIRE: Maggioli Editore consiglia PNRR – Guida all’applicazione del Recovery Plan negli Enti della PA, di Maria Carla Manca e Rosa Ricciardi.

La corsa verso le Olimpiadi e il Decreto Aiuti

Dopo il presidente Decaro è stata la volta del vicario ANCI Roberto Pella che ha affrontato alcune questioni cruciali: dal tema Olimpiadi, al Dl aiuti fino a porre l’attenzione alla necessaria riforma del Testo Unico e al terzo mandato dei sindaci su cui “bisogna accelerare”.
“Voglio ringraziare il sindaco di Milano, Beppe Sala perché ha posto al centro dell’attenzione non solo Milano e Cortina, ma tutti i Comuni italiani. L’obiettivo è quello di portare le Olimpiadi in tutti i Comuni”. In riferimento invece all’aumento dei costi delle materie prime e dell’inflazione Pella ha richiamato l’attenzione sull’urgenza di mettere in agenda il tema “perché i cittadini sempre di più si rivolgeranno ai servizi sociali dei Comuni. Costi che ricadranno anche sulle imprese, le aziende e i territori. E’ necessaria quindi una ricollocazione di nuove risorse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.