Questo articolo è stato letto 455 volte

ANCI: “I Comuni saranno al centro del Recovery Plan. Necessario un contratto della dirigenza adeguato ai tempi”

La contrattazione fornisca agli Enti locali gli strumenti per affrontare la ripresa post pandemia

Il  delegato dell’ANCI al personale, Jacopo Massaro, in occasione di un seminario sul nuovo contratto della dirigenza degli Enti locali ha invocato un processo di riforme che ridiano centralità alle Amministrazioni locali: “Riallineare la contrattazione del CCNL dirigenza alle attuali tempistiche, evitando il sommarsi di norme che possano rendere obsoleti i risultati ottenuti, e accelerare verso una rapida contrattazione per gli Enti locali. I Comuni saranno centrali nel percorso di ripresa post Coronavirus e nell’utilizzo del Recovery Fund, quindi hanno bisogno di strumenti adeguati a far funzionare al meglio la macchina amministrativa”.

Le aree cd. disagiate

“I tempi attuali impongono nuove sfide agli enti locali – prosegue Massaro – ed è importante poter contare sulle possibilità offerte dal nuovo contratto che definisce figure manageriali, più moderne rispetto al passato e quindi più aderenti alle attuali esigenze. Da sindaco di un capoluogo montano non posso che accogliere con soddisfazione l’introduzione di strumenti incentivanti per la mobilità verso le aree cosiddette disagiate, che permetteranno agli Enti locali della montagna così come a quelli delle tante periferie italiane di poter affrontare e risolvere diversi problemi”.

>> SPECIALE EMERGENZA CORONAVIRUS.

Il monito del presidente Decaro

Il delegato ANCI sposa dunque l’opinione del presidente Decaro in materia, già esposta in questa sede, secondo cui le risorse del Recovery Plan possono rappresentare un’opportunità irripetibile per gli Enti locali: fondamentale sarà raggiungere l’equilibrio tra i fondi a disposizione e il capitale umano necessario per portare a termine gli interventi entro le scadenze date.

>> Leggi anche Recovery Plan, ANCI: maggiore centralità degli Enti locali nell’erogazione delle risorse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *