Questo articolo è stato letto 7 volte

Amministrative 2016: il termine per presentare le candidature tra ‘par condicio competitorum’ e ‘favor’ verso la massima partecipazione al voto

La vicenda
È oggetto di ricorso il provvedimento di ricusazione di una lista elettorale a causa della presentazione delle candidature oltre l’orario tassativo stabilito dalla legge. Si deduce nel ricorso l’illegittimità del provvedimento, in quanto assunto in contrasto con la normativa interna e sovranazionale in tema di massimo favore delle operazioni di voto. In particolare, espongono i ricorrenti di essersi recati presso la Casa comunale alle ore 11.40 del 7.5.2016 (ultimo giorno utile per la presentazione delle candidature), al fine di reperire copia dei certificati di iscrizione nelle liste elettorali dei sottoscrittori e dei candidati. La loro presenza in loco prima delle ore 12.00, termine ultimo di presentazione delle candidature, è attestata dalla nota rilasciata in pari data dal segretario generale dell’ente, il quale ha dichiarato che alle ore 12.00 venivano depositati i contrassegni e il programma amministrativo, e alle ore 12.04 si procedeva al deposito delle sottoscrizioni consistenti nell’atto di dichiarazione principale e nei dodici atti separati e le relative certificazioni. Nonostante tale attestazione, la Sottocommissione elettorale ha ricusato la presentazione della lista.

La pronuncia del TAR
Il TAR Puglia, Lecce, con la sentenza n. 825 del 2016, rigetta il ricorso, evidenziando, in particolare, come l’essersi i ricorrenti recati presso la Casa comunale alle ore 11.40 del 7.5.2016 – i.e, soltanto venti minuti prima della scadenza del termine indicato dagli artt. 28 e 32 d.P.R. 570/1960 – è circostanza giuridicamente irrilevante ai fini in esame, sia avuto riguardo alla natura perentoria dei termini di presentazione delle candidature, e sia, ad abundantiam, in ragione della mancata allegazione di qualsivoglia fattore eccezionale e imprevedibile, estraneo alla loro sfera soggettiva, che li abbia indotti a recarsi in comune soltanto a ridosso della scadenza del suddetto termine.

Normativa di riferimento
Decreto del Presidente della Repubblica n. 570/1960
Art. 28. “La presentazione delle candidature deve essere fatta alla segreteria del comune dalle ore 8 del trentesimo giorno alle ore 12 del ventinovesimo giorno antecedenti la data della votazione”.
Art. 32 “La lista e gli allegati devono essere presentati alla segreteria del comune dalle ore 8 del trentesimo giorno alle ore 12 del ventinovesimo giorno antecedenti la data della votazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *