Questo articolo è stato letto 2 volte

Ambiente: dal Parlamento europeo stop ai sacchetti in plastica

I sacchetti di plastica inquinano l’ambiente, particolarmente l’acqua e gli ecosistemi aquatici. I deputati hanno votato durante l’ultima sessione plenaria (14-17 aprile) la riduzione della metà dell’utilizzo dei sacchetti in plastica leggera entro il 2017 e fino all’80% entro il 2019 rispetto ai numeri del 2010. Il tema di aprile del concorso fotografico era i sacchetti di plastica. La foto vincente accompagna questo articolo.

Nel 2010, sono stati introdotti nel mercato circa 200 sacchetti di plastica per cittadino europeo, secondo una stima del servizio di ricerca del Parlamento.

Oltre alla riduzione dell’utilizzo dei sacchetti di plastica leggeri, la proposta approvata prevede delle spese obbligatorie legate al settore alimentare e delle spese supplementari nei settori non-alimentari. I sacchetti biodegradabili al contrario saranno agevolati. I sacchetti per la frutta e le verdure saranno sostituiti lentamente da quelli in carta riciclata o biodegradabili entro il 2019.

“Come alcuni paesi l’hanno già dimostrato, una riduzione importante dei sacchetti di plastica è facilmente realizzabile attraversi una politica coerente” ha dichiarato dopo il voto del 16 aprile Margrete Auken, deputata danese dei Verdi.

L’articolo è accompagnato dalla fotografia “Oggi” di Gábor Szellő, fotografo indipendente ungherese. È specializzato in foto di strada, ritratti e paesaggi.

Il tema del mese prossimo è “Verso il voto – il giorno delle elezioni” e la data massima d’invio della foto è domenica 25 maggio a mezzanotte. Ogni partecipante può inviare fino a cinque foto. Clicca qui per maggiori informazioni.

(Fonte: Parlamento europeo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *