Questo articolo è stato letto 451 volte

Accoglienza migranti: gli estremi dell’accordo tra ANCI e Ministero dell’interno

L’ANCI contribuisce a chiarire alcuni dettagli relativi al piano di ripartizione dei migranti condiviso con il Governo, che prevede la possibilità di accogliere su tutto il territorio nazionale una media massima di 2,5 migranti ogni mille abitanti per un totale massimo di 150mila migranti l’anno (e non 25 migranti ogni 1000 abitanti).

Il piano di riparto proposto da ANCI mantiene inalterato l’attuale criterio di distribuzione regionale estendendolo, come metodologia, su base comunale con correttivi che metteranno al riparo i piccoli Comuni e le grandi aree metropolitane,trasferendo il modello Sprar a tutti i Comuni Italiani in modo da avere una distribuzione equa, diffusa e programmata su tutto il territorio nazionale, eliminando l’attuale situazione che vede un approccio emergenziale con grandi concentrazioni in poche aree geografiche.

Questo, secondo l’Associazione dei Comuni, sarà l’avvio di una nuova fase della gestione dell’accoglienza che, così diffusa, riuscirà a salvaguardare i territori e le comunità e a dare maggiore protezione ed integrazione alle persone che giungono nel nostro Paese.
Le iniziative di sistemazione vedono in questi giorni Milano al centro dell’attenzione, con la decisione del sindaco Giuseppe Sala di utilizzare la caserma Montello come “soluzione strutturale” escludendo così l”utilizzo dell’area del campo base di Expo.

Una forte critica in tale direzione è giunta anghe dal presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca: “Sui migranti, l’Europa è assente. Dov’è finito il piano di relocation? Al momento sono poco meno di duemila le persone trasferite a fronte delle 160 mila previste entro settembre 2017. E non c’è nessun boom degli sbarchi; si è solo creato un tappo, ai confini a Nord Italia dove si agisce come se l’Ue non esistesse già più”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *