Questo articolo è stato letto 28 volte

Sisma Centro Italia, il rilancio dei Comuni terremotati farà affidamento anche sul Recovery Fund UE

Sisma Centro Italia, il rilancio dei Comuni terremotati farà affidamento anche sul Recovery Fund UE

Impegno preso e apertura del presidente del Consiglio Giuseppe Conte sulla possibilità di destinare alla rigenerazione urbana e al recupero edilizio delle zone terremotate “un’adeguata quota delle risorse del Recovery Fund”, tenendo presente che i 138 Comuni del cratere “dispongono di un parco progetti di opere pubbliche strategiche (scuole, impianti sportivi, musei, infrastrutture per il sociale ecc.) pari a circa 7 miliardi di euro”.

L’incontro tra Governo e sindaci dei Comuni del “cratere”

Si è concluso in questo modo nella giornata di ieri – come riportato questa mattina dal Sole 24 Orel’incontro con il premier Giuseppe Conte che nel cortile di Palazzo Chigi ha ricevuto una delegazione dei sindaci interessati (tra gli altri quelli di Ancona, Teramo, Amatrice, Narni e Arquata del Tronto), i governatori delle Regioni colpite dal sisma (tranne Nicola Zingaretti, che era a Venezia), il commissario straordinario Giovanni Legnini e il presidente dell’Associazione dei Comuni Antonio Decaro.
Tra le altre richieste avanzate dall’ANCI si segnalano: la proroga dello stato di emergenza e la stabilizzazione della struttura commissariale almeno fino a tutto il 2024 e la proroga delle procedure semplificate in tema di appalti almeno per cinque anni. I sindaci hanno chiesto anche un regime assunzionale “speciale” e misure di sostegno per il rilancio, anche con un super bonus sisma 110%.

Il documento dell’ANCI

La ricostruzione è stata “finora, purtroppo, lenta e imbrigliata” – si legge nel documento redatto dall’ANCI. 700 tonnellate di macerie ancora da smaltire, soldi per la ricostruzione in gran parte rimasti sulla carta, moltissime pratiche di richiesta di contributo da esaminare, solo 86 interventi pubblici.
Tuttavia il presidente dell’Associazione dei Comuni, Antonio Decaro, si è detto soddisfatto dell’apertura del presidente Conte alla proposta di sostenere alcuni progetti dei Comuni del cratere con le risorse del Recovery Fund.

* In collaborazione con Mimesi s.r.l.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *