Questo articolo è stato letto 5 volte

Una strategia europea per i senzatetto

Nel 2010 la maggioranza dei deputati europei attraverso  una dichiarazione scritta avevano richiesto una nuova strategia europea per mettere fine al problema dei senzatetto. Il Parlamento europeo aveva inoltre chiesto agli Stati membri di trovare una soluzione al problema entro il 2015. I deputati l’hanno ricordato al commissario Andor Lázló.  “Affrontare il problema dei senzatetto è uno degli obiettivi di Europa 2020 – la strategia della Commissione Europea per la crescita – contro la povertà e l’esclusione sociale” ha spiegato il rappresentante della Commissione. Per mettere in pratica questo ambizioso piano, Bruxelles sostiene lo sviluppo di strategie nazionali e regionali. “L’Unione europea deve incoraggiare gli stati Membri a trovare  nuove soluzioni e  strumenti capaci di mettere fine al problema” ha sottolineato il commissario Andor Lázló. Nonostante vengano anche utilizzati dei fondi europei, trovare un alloggio ai senzatetto è competenza degli Stati membri, sostenuti dall’Unione europea. Per esempio, come avviene nel caso delle case popolari, il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) è utilizzato per la costruzione di abitazioni. La crisi economica ha anche aggravato la situazione dei senzatetto. I deputati hanno votato mercoledì 14 settembre una risoluzione per tentare di risolvere il problema a livello europeo.
>> Il testo approvato il 14 settembre 2011

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *