Questo articolo è stato letto 30 volte

Terremoto Centro Italia, insieme per l’’emergenza: le delibere per tecnici comunali e polizia municipale

È passata una settimana dal terremoto che ha colpito violentemente il Centro Italia (province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, L’Aquila): in risposta alle richieste di soccorso provenienti dai Sindaci dei Comuni colpiti e anche alla luce dell’esperienza maturata in Abruzzo presso l’Aquila nel 2009 e di quella dell’Emilia Romagna, Lombardia e Veneto del 2012, ANCI nazionale – grazie all’intervento di monitoraggio delle ANCI regionali – ha ritenuto importante focalizzare l’attenzione circa la definizione delle modalità operative idonee ad assicurare il supporto dei Comuni colpiti dal sisma, predisponendo una serie di documenti idonei a dare un serio ausilio alle amministrazioni. 

In primo luogo assume rilievo la richiesta di figure professionali capaci di portare aiuto nei territori terremotati. In relazione all’estensione dell’area interessata dall’evento e considerando il numero elevato di Comuni interessati si richiedono infatti figure professionali dipendenti dell’amministrazione comunale per:
– il supporto agli Uffici Tecnici dei comuni interessati dal sisma (scarica il modello di deliberazione di giunta);
– il supporto amministrativo ai Sindaci e alle strutture comunali, oltre che per l’eventuale ausilio alle attività svolte dalle Regioni, come coordinate dalla DICOMAC in merito alla valutazione e stima dell’agibilità e dei danni subiti dagli edifici pubblici (scarica il modello pdf);
– Agenti di Polizia Locale provenienti da altri enti per lo svolgimento dei compiti d’istituto e di ripristino delle funzioni amministrative e dei servizi essenziali (scarica la proposta di deliberazione di giunta comunale).

L’impiego delle  figure richieste sarà coordinato attraverso i referenti della ANCI della funzione Enti Locali presso la DICOMAC di Rieti.
Per segnalare la propria disponibilità si prega di compilare il form online disponibile presso questo link evidenziando i periodi di disponibilità.
Con riferimento all’adesione al coordinamento delle iniziative: tutti i Comuni che volessero unirsi alle iniziative già in corso, possono fare riferimento alla linea dedicata attivata dall’ANCI, scrivendo a protezionecivile@anci.it, oppure contattando i numeri 06.68009329  o 3463138116. 

È invece sconsigliabile l’organizzazione di raccolta beni per le popolazioni colpite, in assenza di indicazioni puntuali provenienti dalla Protezione Civile che sta operando sull’area colpita.

>> È disponibile qui la lettera ANCI 30 agosto 2016 in materia di reperimento del personale.
>> Qui disponibile la nota operativa ANCI in materia di azione di reperimento di tecnici comunali e operatori di polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *