Questo articolo è stato letto 0 volte

Tajani guida una delegazione delle regioni europee in Cina per rafforzare la cooperazione nell’ambito del turismo

La Rete europea delle regioni per un turismo competitivo e sostenibile (NECSTouR), rappresentata dall’assessore alla Cultura, il Turismo e il Commercio della Regione Toscana e presidente della rete Cristina Scaletti, e l’Accademia cinese del turismo (CTA), rappresentata dal suo presidente Dai Bin, hanno sottoscritto il 6 novembre 2010 a Pechino un memorandum d’intesa per “sperimentare in comune modelli operativi ai fini di uno sviluppo sostenibile e competitivo del turismo”.

Il memorandum è stato sottoscritto alla presenza del Vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani.  “Con la mia presenza qui oggi – ha dichiarato Tajani – ho voluto confermare l’importanza che la Commissione, ed io stesso, attribuiamo al rafforzamento della cooperazione in materia di turismo sostenibile fra regioni europee e regioni cinesi”.

Il memorandum riconosce la rilevanza, tanto per la Repubblica popolare cinese quanto per l’UE, della cooperazione a tutti i livelli, nell’ambito delle politiche del turismo sostenibile, volta a diffondere l’innovazione e accrescere la competitività del settore del turismo.  Elementi strategici sono costituiti dagli scambi di informazioni e dall’elaborazione di nuove iniziative nell’ambito del turismo intese a preservare e a mettere in risalto le culture e le tradizioni locali, basandosi su principi di sostenibilità, responsabilità e competitività.

NECSTouR, una rete di regioni europee creata sotto il patrocinio della Commissione e volta a condividere le migliori pratiche del turismo sostenibile, detiene sicuramente conoscenze sufficienti e utili da trasmettere alle autorità regionali cinesi che siano disposte a praticare un turismo più responsabile. Il memorandum impegna le parti a consolidare le relazioni a lungo termine e il dialogo strutturato su dieci temi prioritari relativi al turismo sostenibile e alla tutela e promozione del patrimonio culturale, allo scopo di definire iniziative comuni connesse al turismo e attività di ricerca congiunte.

Le regioni partecipanti alla rete NECSTouR insieme ad alcune province cinesi, quali Hunan, Yunnan e Shanxi, si sono candidate come destinazioni pilota in cui collaudare le nuove politiche del turismo secondo il nuovo approccio strategico adottato dalla Commissione nella recente comunicazione sul turismo “L’Europa, prima destinazione turistica mondiale – un nuovo quadro politico per il turismo europeo”, approvata il 30 giugno 2010,  e dal governo cinese nel suo piano strategico per il turismo.

“Il dialogo avviato con le autorità cinesi – ha concluso il Vicepresidente – va oltre questo memorandum, verso la costruzione di una struttura più articolata per una cooperazione istituzionale tra Unione europea e Cina inerente alle rispettive strategie del turismo, con due obiettivi prioritari:  promuovere lo scambio di buone pratiche in materia di turismo sostenibile e rendere più agevoli i viaggi dei turisti cinesi in Europa e viceversa.” 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>