Questo articolo è stato letto 0 volte

Sempre più condomini a impatto zero

ROMA – Sempre piu’ spesso i cittadini italiani sono a favore del risparmio energetico e del rispetto dell’ambiente. E allora l’ Anammi, l’Associazione nazional-europea degli amministratori d’immobili, che gestisce 10mila amministratori iscritti, sottoscrive un accordo con E.ON, tra i piu’ grandi gruppi energetici al mondo a capitale interamente privato, per usufruire dei servizi energetici a condizioni concorrenziali e vantaggiose per fornire un’energia proveniente da fonti rinnovabili e certificata secondo il sistema ”RECS International”, uno dei piu’ prestigiosi sistemi di certificazione a livello internazionale.
Piu’ in dettaglio, la proposta pensata per i soci dell’Anammi e, quindi, ai condomini da questi amministrati, prevede la possibilita’ di scegliere tra due tipologie di offerte: una a prezzo fisso della componente energia per 24 mesi, allo scopo di ottimizzare la pianificazione dei costi, o, in alternativa, una formula indicizzata, dalla durata di 12 mesi, studiata per chi preferisce soluzioni flessibili.
L’accordo facilitera’ anche le procedure di gestione delle forniture, attraverso una serie di servizi dedicati, come una serie di numeri verdi per i soci, cui rivolgersi per informazioni amministrative, un’area web che permette un controllo costante della spesa elettrica e dei consumi dei condomini, in totale autonomia, oltre a My Service, un sistema esclusivo di reportistica grazie al quale sara’ possibile scaricare i dati commerciali, tecnici e di fatturazione. E anche sul sistema di emissione delle fatture, l’intesa prevede la possibilita’ di scegliere tra diverse modalita': bimestrale o trimestrale, multipunto per ogni condominio ed elettronica.
”Come amministratori d’immobili – spiega Giuseppe Bica, presidente dell’Anammi – siamo in prima linea per ridurre i costi energetici. A chiedercelo, sempre piu’ spesso, sono gli stessi condomini. In questo senso, l’accordo con E.ON per noi e’ molto importante, non soltanto per i vantaggi in termini di costi, ma anche per le soluzioni a basso impatto ambientale offerte da E.ON”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>