Questo articolo è stato letto 72 volte

Rivoluzione delle notifiche in arrivo dal 10 settembre

Fonte: ItaliaOggi.it

Dal prossimo 10 settembre finirà il monopolio dell’Ente Poste per la notifica di atti amministrativi e atti giudiziari, nella sua qualità di attuale fornitore del servizio universale. Enti locali e amministrazioni pubbliche in generale, con provvedimento dirigenziale, potranno scegliere di avvalersi per la notifica dei loro atti delle aziende private di recapito postale. La fine del monopolio dei servizi erogati dalle Poste, che soprattutto fa venir meno l’esclusiva per le notificazioni a mezzo posta degli atti giudiziari e degli atti relativi alle violazioni del codice della strada, è prevista dall’articolo 1, commi 57 e 58, della legge «annuale» sulla concorrenza (124/2017).
Dunque, dal 10 settembre verranno liberalizzati i servizi postali. Anche i corrieri privati potranno notificare multe stradali e atti giudiziari, provvedimenti per i quali fino ad oggi sussiste un’esclusiva per Ente Poste spa. L’espresso impedimento normativo per le aziende private è sancito dall’articolo 4 del decreto legislativo 261/1999, che è stato espressamente abrogato, a partire dalla data sopra indicata, dalle norme contenute nella legge «annuale» sulla concorrenza….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *