Questo articolo è stato letto 0 volte

Rifiuti: Prestigiacomo, con il Sistri i risparmi delle imprese arriveranno fino a 70%

Le imprese italiane potranno risparmiare fino al 70% dei costi con il Sistri, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti che entrerà a regime dal primo giugno. La stima è del Ministero della pubblica amministrazione ed è stata ricordata dal Ministro dell’ambiente, Stefania Prestigiacomo, rispondendo al question time a un’interrogazione sulle intenzioni del Governo sul contributo annuale chiesto alle aziende in relazione al Sistri.
“Il decreto ministeriale del 9 luglio 2010 – ha detto Prestigiacomo – ha introdotto una significativa riduzione del contributo dovuto dalle piccole imprese produttrici di modeste quantità di rifiuti pericolosi. Per le imprese fino a 5 addetti che producono meno di 200 chili di rifiuti pericolosi all’anno, in particolare, è stato ridotto a 50 euro, per quelle fino a 10 dipendenti è di 60 euro e per le altre oscilla da 90 a 400 euro”.
Secondo Prestigiacomo, questi costi “sono di gran lunga inferiori a quelli che le imprese sopportavano con il cartaceo e relativi formulario, registro di carico e scarico e Mud”. Prestigiacomo ha ricordato che il “Sistri è obbligatorio dal primo giugno, attualmente siamo in presenza di un doppio regime. Abbiamo infatti concesso una proroga per dare il tempo agli operatori di familiarizzare con le nuove tecnologie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *