Questo articolo è stato letto 1 volte

Registro imprese aggiornato

Aggiornata la modulistica per l’iscrizione nel registro delle imprese e nel repertorio economico-amministrativo. Con spazi ad hoc per le società tra professionisti, start-up innovative e comunicazione della Pec. Il tutto in vigore dal prossimo 1° aprile. Queste le novità introdotte da un decreto del ministero dello sviluppo economico datato 18 ottobre (e in attesta di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale).

Per l’iscrizione nel registro delle imprese della società tra professionisti si utilizzerà, dunque, il modello S1 compilando la sezione 4. Per l’iscrizione delle start-up innovative e incubatori certificati nella sezione speciale del registro imprese si compilerà il riquadro 32. Per la comunicazione della Pec da parte dell’impresa individuale si utilizzerà obbligatoriamente il modello I1 riquadro 5.

L’aggiornamento effettuato alla luce delle novità legislative intervenute nel quadro normativo è stata operato creando delle sezioni ad hoc all’interno dei vecchi modelli S1, S2 e I1. Il decreto ha aggiornato le specifiche tecniche per la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all’ufficio del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico.

Le specifiche tecniche necessarie per l’attivazione automatica dell’iscrizione agli enti previdenziali, di cui all’art. 44, comma 8 del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito dalla legge 24 novembre 2003, n. 326. Le specifiche tecniche necessarie per l’iscrizione delle società cooperative all’albo delle cooperative di cui al dm 23 giugno 2004, successivamente modificato dal dm 6 marzo 2013.

Il presente decreto sostituisce il decreto direttoriale 19 novembre 2011. A partire dal 1° aprile 2014 non saranno più utilizzabili programmi informatici creati sulla base delle specifiche tecniche approvate con il decreto direttoriale 29 novembre 2011, e gli uffici del registro delle imprese non potranno più accettare domande o denunzie presentate utilizzando detti programmi informatici. Al decreto ha fatto seguito la circolare n. 3663/C del 22 ottobre 2013 prot. n. 0172686, con la quale il ministero dello sviluppo economico ha illustrato tutte le novità introdotte alla modulistica dal decreto.

L’aggiornamento, spiega il provvedimento, si è reso necessario in seguito ai numerosi interventi legislativi che vedono le camere di commercio chiamate a erogare nuovi servizi per le imprese. Tra le novità più rilevanti ricordano i tecnici di prassi vi sono quelle relative al Modello S1 nel quale è stata inserita una sezione (punto 4) per le società tra professionisti, nuovo riquadro 31 per l’iscrizione di società cooperative e infine un riquadro (punto 32) per le star-up e gli incubatori certificati. Inoltre il modello S1 , riquadro 13 (organi sociali) è stato integrato alla luce con le novità in tema di sindaco e revisore contabile nelle società a responsabilità limitata contenute nell’articolo 2477 del c.c.

Nel modello S2 è stato aggiornando il riquadro 2 per le modifiche relative alle società tra professionisti , è stata aggiunta la sezione 30 per il contratto in rete, il riquadro 31 per le modifiche delle società cooperative e infine un nuovo aggiornamento (punto 32) per start-up e incubatori certificati. Si è inoltre implementato il modello I1 con il riquadro 5 con l’iscrizione della Pec per l’impresa individuale.

Al fine di semplificare l’iscrizione delle società cooperative al relativo albo è stato creato un nuovo modello «C32» per l’integrazione di eventuali dati aggiuntivi da comunicare al registro delle imprese. A uso interno delle camere di commercio è stato aggiunto il codice RS contenente la riconduzione della srl a capitale ridotto sotto l’unica figura di srl semplificata. Gli altri interventi sulla modulistica riguardano l’attività di autoriparazione, i bilanci delle aziende speciali e delle istituzioni degli enti locali e le società di mutuo soccorso. 

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>