Questo articolo è stato letto 270 volte

Referendum Lombardia e Veneto: luci ed ombre nella consultazione

Referendum Lombardia e Veneto

Luci ed ombre per i due referendum sull’autonomia in Veneto e Lombardia. Nella Regione Veneto è stato superato il quorum, fissato al 50% più uno dei voti e necessario per considerare valida la votazione. Ha infatti votato il 57,2 % degli aventi diritto, il 98,1% dei quali si è espresso per il Sì. In Lombardia invece, anche a causa di una serie di problemi tecnici, non ci sono ancora dati definitivi sull’affluenza, ma sul sito della Regione è stata pubblicata una stima che parla di un’affluenza tra il 38 e il 39%. In Lombardia tuttavia, a differenza del Veneto, non era necessario raggiungere un quorum per considerare valida la votazione.

Lombardia: il flop delle voting machine

Secondo stime diffuse in mattinata dalla Regione Lombardia, l’affluenza al referendum sull’autonomia “oscilla tra il 38% e il 39%”, quando sono state esaminate il 95% delle 24mila voting machine. Allo stato – spiega la Regione in una nota – l’affluenza è pari 37,07%. Si sono registrate alcune criticità tecniche nella fase di riversamento dei dati delle rimanenti voting machine e pertanto i risultati completi potranno essere resi noti a operazioni concluse.

Veneto: “Un big bang delle riforme istituzionali”

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha affermato che il risultato del referendum è un “Big bang delle riforme istituzionali”, e che oggi la giunta regionale approverà un disegno di legge che sarà poi approvato dal consiglio regionale e diventerà la base per trattare una maggiore autonomia con il governo italiano. Zaia ha detto che il suo obiettivo è ottenere la gestione esclusiva di tutte le 20 competenze attualmente concorrenti tra stato e regioni, più tre che attualmente sono esclusive dello stato (istruzione, giustizia di pace e tutela dei beni culturali). Il governatore veneto vuole anche che vengano trattenuti in Veneto nove decimi delle tasse riscosse nella Regione.

Manuale pratico per l’ufficio elettorale

Manuale pratico per l’ufficio elettorale

Andrea Zuccotti - Umberto Coassin, 2017, Maggioli Editore
Il Manuale pratico per l’ufficio elettorale è un’opera completa, di taglio operativo, utile nella quotidianità per supportare, sotto il profilo tecnico-giuridico, il lavoro degli operatori dei servizi demografici, per conoscere gli ambiti di competenza del procedimento...

78,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>