Questo articolo è stato letto 0 volte

Raccolta rifiuti elettronici in calo nel 2012

La raccolta di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) ha segnato nel 2012 un calo dell’8,5%, causato dalla crescita dei circuiti paralleli di raccolta e dall’aumento dei furti nelle isole ecologiche. Lo rileva il consorzio Ecolight, che chiede una rivisitazione del sistema Raee ”affinché ci possano essere delle regole certe e condivise per tutti gli attori”.
La flessione della raccolta, la prima da quando è stato avviato il sistema multi consortile di gestione dei Raee, è l’esito di tre fenomeni. Innanzitutto, spiega il consorzio, il calo dei consumi, con il rinvio della sostituzione degli elettrodomestici. In secondo luogo, un incremento degli atti di sciacallaggio nei confronti dei rifiuti elettronici custoditi nei centri di raccolta. Infine è aumentato il ‘circuito parallelo’, si sono cioè affermati canali di raccolta e gestione che non operano all’interno del sistema Raee gestito dal Centro di coordinamento, quindi non hanno controlli sulle procedure di gestione e sul rispetto delle norme.
”Occorre ripensare al sistema multi consortile per farne uno strumento competitivo ed efficace”, dice il dg di Ecolight, Giancarlo Dezio, che sottolinea la necessità di ”riaffermare le regole per assicurarsi che tutti gli operatori siano messi nelle medesime condizioni di operare, con le stesse opportunità ma soprattutto con gli stessi obblighi”.

(Fonte: Ansa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *