Questo articolo è stato letto 24 volte

Prorogato al 12 novembre il termine per l’invio dei dati per la rilevazione delle partecipazioni

Partecipate: è stato prorogato al prossimo 12 novembre il termine per l’invio al Dipartimento del tesoro dei dati relativi alle partecipazioni e ai rappresentanti delle amministrazioni negli organi di governo di società ed enti per l’anno 2015.
La rilevazione annuale delle partecipazioni detenute dalle amministrazioni pubbliche è stata avviata dal Dipartimento del Tesoro nel corso del 2011 ai sensi del decreto del Ministro dell’economia 30 luglio 2010 e in attuazione dell’articolo 2, comma 222 della legge 191/2009. Ogni amministrazione è tenuta a comunicare, mediante il Portale Tesoro, le partecipazioni detenute al 31 dicembre 2015, in via diretta e in via indiretta, tramite altra società o ente partecipati direttamente dall’amministrazione stessa. Le dichiarazioni devono riguardare le partecipazioni possedute in società o enti, riconducibili a qualsiasi forma giuridica.

A partire da quest’anno la comunicazione dei dati consente di assolvere anche agli obblighi informativi nei confronti della Corte dei conti tramite Siquel, che pertanto non dovrà essere più alimentato. Restano ovviamente in vigore gli obblighi di invio tramite Siquel dei dati sul preventivo 2016 e sul rendiconto 2015.

L’organo di revisione deve comunque controllare, spiega la Corte dei conti, la coerenza delle informazioni contenute nella banca dati del Dipartimento del Tesoro con quelle rilevabili dalla documentazione oggetto di verifica da parte dell’Organo di revisione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *